Sicurezza sul lavoro

Valutazione dei Rischi

In prima analisi l’attuazione del Piano di prevenzione all’interno dell’azienda, oltre a rispettare la normativa vigente e quindi evitare l’applicazione delle sanzioni previste, muta la filosofia degli interventi passando da un livello tecnico normativo ad uno gestionale e progettuale che coinvolge l’uso di risorse anche diverse da quelle attualmente in uso.

La valutazione si prefigge lo scopo di prendere i necessari provvedimenti per prevenire o quanto meno limitare il fenomeno infortunistico.

Una volta valutati attentamente i risultati ottenuti e fatte proprie le considerazioni scaturite, si potrà individuare la migliore programmazione per l’attuazione delle misure necessarie.

Successivamente viene elaborato il Documento valutazione dei rischi presenti in azienda, con Layout aggiornato delle macchine e degli impianti, in conformità a quanto previsto dal D.Lgs. 81/08 considerando tutte le lavorazioni, i processi e le sostanze chimiche presenti nell’ambiente di lavoro e l’individuazione delle principali misure di prevenzione e protezione da attuare.

Incarico RSPP

Nomina dell’RSPP ai sensi dell’ articolo 31 comma 1 del D.Lgs. 81/08 .

Lo Studio mette a disposizione tecnici  qualificati aventi i requisiti previsti,  per ricoprire il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione come previsto dalla legge .

Prevenzione Incendi

La valutazione del livello di Rischio di Incendio nel luogo di lavoro viene operata in conformità ai criteri di cui all’allegato I del decreto 10 marzo 1998, tenendo conto:

  • del tipo di attività
  • dei materiali immagazzinati e manipolati
  • delle attrezzature presenti nel luogo di lavoro compresi gli arredi
  • delle caratteristiche costruttive del luogo di lavoro compresi i materiali di rivestimento
  • delle dimensioni e dell’articolazione del luogo di lavoro
  • del numero di persone presenti, siano esse lavoratori dipendenti che altre persone,
  • e della loro prontezza ad allontanarsi in caso di emergenza

Viene offerto supporto per la gestione delle pratiche  relative al CPI (Certificato Prevenzione Incendi) e cura dei rapporti con gli organi competenti (Comando dei Vigili del Fuoco, ecc…) per il disbrigo delle pratiche necessarie.

Movimentazione Manuale dei carichi

Studio dei Rischi legati alla Movimentazione Manuale dei Carichi così come indicato dall’articolo 167 che chiarisce in particolare che cosa si intende per azioni od operazioni di movimentazione manuale di carichi, comprendendo non solo quelle più tipiche di sollevamento ma anche quelle  di spinta, traino e trasporto di carichi che in conseguenza di condizioni ergonomiche sfavorevoli  comportano rischi di patologie da sovraccarico biomeccanico, in particolare dorso-lombari.

La valutazione e l’elaborazione del relativo documento specifico viene effettuata secondo le metodiche UNI EN ISO 11228-1, 11228-2, 11228-3 e, ove richiesto, effettuati rilievi strumentali con l’ausilio di un Dinamometro Elettronico Certificato.

Stress lavoro correlato

Valutazione dei Rischi legati allo Stress Lavoro-Correlato secondo i contenuti dell’Accordo Europeo sullo stress da lavoro dell’8 ottobre 2004 e secondo le Linee Guida dell’Inail del maggio 2011.

Inizio attività

Elaborazione completa della documentazione necessaria per l’inizio di una nuova attività così come previsto dall’Art. 67 del D.Lgs.81/08 entro 90 giorni.

ATEX

Individuazione e classificazione delle aree in cui possono formarsi atmosfere esplosive , valutazione del rischio ATEX con redazione del relativo Documento sulla Protezione contro le Esplosioni, compreso di Layout aggiornato con evidenziata la ripartizione delle aree a rischio di esplosione, secondo quanto indicato nel Titolo XI – PROTEZIONE DA ATMOSFERE ESPLOSIVE del D.Lgs. 81/2008.

Agenti chimici

Analisi preliminare dell’eventuale presenza di agenti chimici pericolosi sul luogo di lavoro e valutazione dei rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori derivanti dalla presenza di tali agenti, prendendo in considerazione in particolare:

  • le loro proprietà pericolose, secondo Regolamento Reach (Regolamento 1907/2006) e CLP (Regolamento 1272/2008);
  • le informazioni sulla salute e sicurezza comunicate dal produttore o dal fornitore;
  • il livello, il tipo e la durata dell’esposizione
  • le circostanze in cui viene svolto il lavoro in presenza di tali agenti, compresa la quantità degli stessi.
Agenti biologici

Analisi preliminare dell’eventuale presenza di agenti biologici sul luogo di lavoro e valutazione dei rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori derivanti dalla presenza di tali agenti, prendendo in considerazione in particolare:

  • la classificazione degli agenti biologici che presentano o possono presentare un pericolo per la salute umana quale risultante dall’allegato XLVI;
  • l’informazione sulle malattie che possono essere contratte;
  • i potenziali effetti allergici e tossici;
  • la conoscenza di una patologia della quale è affetto un lavoratore, che è da porre in correlazione diretta all’attività lavorativa svolta;
  • le eventuali ulteriori situazioni rese note dall’autorità sanitaria competente che possono influire sul rischio;
  • il sinergismo dei diversi gruppi di agenti biologici utilizzati.
Agenti cancerogeni/mutageni

Analisi preliminare dell’eventuale presenza di agenti cancerogeni o mutageni sul luogo di lavoro con studio della possibilità di eliminazione o contenimento di tali sostanze.

Monitoraggio in ambiente di lavoro al fine di misurare l’esposizione professionale delle mansioni coinvolte. Valutazione del rischio derivante dalla presenza di  agenti cancerogeni e mutageni e relativa elaborazione del  documento ai sensi del titolo IX Capo II del D.Lgs. 81/08.

Monitoraggi ambienti di lavoro

Campionamento e monitoraggio in ambiente indoor ed outdoor di agenti chimici e fisici ai fini della valutazione dell’esposizione professionale secondo quanto previsto dalla normativa italiana vigente e come indicato dalle linee guida, metodi e standard internazionalmente riconosciuti.

I monitoraggi chimici possono comprendere sostanze organiche ed inorganiche sotto forma di Gas, Vapori, Polveri e Aerosol tra le quali (elenco non esaustivo):
• Polveri (nelle diverse frazioni) • Composti Organici Volatili • Metalli pesanti • Acidi inorganici • Silice • Amianto • Gas prodotti da combustione • Nebbie oleose • Ammoniaca ed ammine • Aldeidi • Fenoli e Cresoli • IPA • RADON • ecc…

Cantieri

Elaborazione della documentazione necessaria per l’attività di cantiere (POS)  o attività in appalto (DUVRI).

Consulenza in merito alla documentazione  da richiedere o da presentare al committente necessaria ai fini di legge.

Agenti Fisici RUMORE

Individuazione e valutazione presso il cliente delle sorgenti rumorose per la verifica dell’Esposizione Professionale al Rumore così come previsto dal D.Lgs. 81/08, Titolo VIII Capo II. Misura dei livelli sonori emessi dai macchinari e lavorazioni con emissioni sonore significative con strumentazione certifica di Classe 1, secondo le appropriate norme tecniche (UNI EN ISO 9612:2011 e UNI 9432:2011). Calcolo del livello di esposizione giornaliera al rumore e della pressione acustica di picco per i lavoratori coinvolti e verifica, ove necessario, dell’efficienza e l’efficacia dei DPI-uditivi forniti.

Redazione della documentazione per la valutazione del rischio specifico con Layout aggiornato delle macchine e degli impianti sorgenti di rumore e relativi punti di misura.

Agenti Fisici VIBRAZIONI

Individuazione e valutazione presso il cliente delle sorgenti vibranti per la verifica dell’Esposizione Professionale alle Vibrazioni così come previsto dal D.Lgs. 81/08, Titolo VIII Capo III. Confronto con i dati reperibili dalla Banca Dati Vibrazioni sul Portale Agenti Fisici e misura, ove necessario, delle vibrazioni emesse dai macchinari e lavorazioni per il sistemi  mano-braccio e corpo intero con strumentazione certifica di Classe 1, secondo le appropriate norme tecniche (UNI EN ISO 5349 parti 1 e 2 e UNI ISO 2631-1:2014). Calcolo del livello di esposizione giornaliera alle vibrazioni per i lavoratori coinvolti e vautazione condizioni di lavoro particolari come: le basse temperature, il bagnato, l’elevata umidità il sovraccarico biomeccanico degli arti superiori e del rachide.

Redazione della documentazione per la valutazione del rischio specifico con Layout aggiornato delle macchine e degli impianti sorgenti di vibrazioni e relativi punti di misura.

Agenti Fisici ROA

Individuazione e valutazione presso il cliente delle sorgenti di Radiazioni Ottiche Artificiali per la verifica dell’Esposizione Professionale alle ROA così come previsto dal D.Lgs. 81/08, Titolo VIII Capo V. Confronto con i dati reperibili dalla Banca Dati ROA sul Portale Agenti Fisici e con i dati forniti dal costruttore per la verifica del livello, la gamma di lunghezze d’onda e la durata dell’esposizione.

Redazione della documentazione per la valutazione del rischio specifico e raffronto con i Valori Limite di esposizione di cui all’articolo 215 del D.Lgs. 81/08.

Agenti Fisici CEM

Individuazione e valutazione presso il cliente delle sorgenti di Campi Elettromagnetici per la verifica dell’Esposizione Professionale ai CEM così come previsto dal D.Lgs. 81/08, Titolo VIII Capo IV. Confronto con i dati reperibili dalla Banca Dati CEM sul Portale Agenti Fisici e con i dati forniti dal costruttore per la verifica del livello, la gamma di lunghezze d’onda e la durata dell’esposizione.

Redazione della documentazione per la valutazione del rischio specifico e raffronto con i i livelli di riferimento per la popolazione indicati dall’ICNIRP nelle Linee Guida del 1998 ed ai Valori di Azione e Valori Limite di cui all’Allegato XXXVI del D.Lgs. 81/08.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l’utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close